O FAI COSÌ O MUORI, Bernbach

do-this-or-die-In-Veneto-Network
” O FAI COSI’ O MUORI
Bernbach

Cos’è questo annuncio, un trucchetto?
No, anche se potrebbe esserlo.
Casca a proposito, perché solleva una questione di vita o di morte
per l’economia (.).

Insieme ai nostri clienti, noi che ci occupiamo di pubblicità abbiamo il potere e la capacità di prendere la gente per il culo.
O almeno così pensiamo.
Sbagliato.
Non c’è una sola persona che possiamo sperare di fregare, nemmeno per un attimo. In questo paese, è vero, c’è una mentalità da dodicenni piuttosto diffusa.
Ogni cittadino di sei anni ne ha una. Siamo una nazione di persone intelligenti.
E la maggior parte delle persone intelligenti se ne frega della maggior parte della pubblicità perché la maggior parte della pubblicità se ne frega delle persone intelligenti.
Noi perdiamo tempo a menarcela tra di noi.
Dibattiamo incessantemente di mezzo e messaggio. Bla bla. In pubblicità, il messaggio non è altro che il messaggio.
Una pagina vuota e un monitor vuoto sono esattamente quello che si vede.
Al di là delle chiacchiere, i messaggi che piazziamo su quella pagina e su quello schermo devono dire la verità. Perché, se ci mettiamo a fare i trucchetti, moriremo.
E ora l’altra faccia della medaglia.
Dire la verità su un prodotto presuppone un prodotto su cui valga la pena di dire la verità. Purtroppo, tanti prodotti mancano di tale requisito.
Tanti prodotti non fanno niente di meglio rispetto ad altri. O niente di diverso.
Ce ne sono tanti che non sanno far bene neanche il loro mestiere.
Altri che non durano. Altri ancora che non funzionano per niente.
Se ci mettiamo a fare i furbetti, moriamo anche noi.
Perché la pubblicità aiuta i cattivi prodotti solo a fallire più in fretta.
Nessun asino insegue per sempre una carota finta.
Ci prova una volta. Poi basta. Questa è la lezione che dobbiamo imparare.
Se non lo facciamo, moriamo.
Se non cambiamo rotta, l’indifferenza del consumatore crescerà come un’onda di marea e travolgerà una volta per tutte la nostra montagna di cazzate.
E quel giorno moriremo. Moriremo nel nostro mercato. Sui nostri scaffali. Nei nostri pacchi scintillanti di vuote promesse. Uccisi senza far rumore.
Senza un gemito.
Grazie all’abilità delle nostre stesse mani

di Bob Levenson copy alla DDB ( Doyle Dane Bernbach )


Questo articolo con la relativa Immagine ( scaricala da qui ) apparve alla Fine degli anni ’60 sul Time in seguito ad un contest per le maggiori Agenzie di Comunicazione.

Il Contest verteva su 1 solo punto : cosa diresti Sinceramente ai tuoi clienti ?

Credits & Thanks to:
DDB
traduzione di : The Advertown

Contatti